PRIMAVERA: SIGNIFICATO E TRADIZIONI

RITORNO ALLA VITA

“Il volto severo del cielo livido graffiato dallo spietato vento invernale si addolcisce, gli alberi sfoggiano il loro vestito più bello, i fiori impettiti corteggiano il sole mentre tutto intorno si abbandona ad una spensierata danza inebriante”

-Discover Adamah

Il momento è giunto: Persefone torna raggiante sulla terra tra le braccia di Demetra, i boschi pullulano di vita e i maglioni invernali vengono piegati negli scatoloni: la PRIMAVERA è tornata.

primavera

ETIMOLOGIA DEL TERMINE

L’etimo di “primavera” cela un significato molto più profondo di quanto si pensi: dal lat. “primo” ovvero “inizio” e “ver” radice indoeuropea che significa “primavera” ma che guarda caso collima con quella della parola “veritas”, ovvero “verità”: perché solo dove c’è verità e autenticità c’è rinascita, fisica e spirituale.

E la natura è eternamente fedele a sé stessa, coerente con la sua essenza e, con il suo trasparente susseguirsi delle stagioni, invita ognuno di noi ad imitarla: attraverso l’estate ci insegna ad assaporare l’espansione, la gioia del vivere nel presente, tramite l’autunno ci sprona a coltivare il distacco emotivo (vairagya), lasciando andare ciò che non ci serve più, attraverso l’inverno ci vuole far comprendere quanto sia importante riposarsi e coltivare la propria introspezione in vista della primavera, momento in cui ci invita a RISORGERE dalle tenebre che ci hanno temprato e preparato per iniziare una NUOVA VITA.

primavera, fioritura

PRIMAVERA: L’UOVO SIMBOLO DELLA TRADIZIONE

Oggigiorno non siamo soliti accogliere la primavera con feste o banchetti, tuttavia in passato, l’equinozio di primavera (momento dell’anno, insieme all’equinozio d’autunno, in cui le ore di luce equivalgono a quelle di buio) era una transizione incredibilmente importante, degna di essere accolta con celebrazioni e danze (dalle celebrazioni di Sham El Nessim, la più antica festa di primavera in Egitto, a Ostara, festa celtica): d’altronde era giunto al termine il periodo invernale che era anche sinonimo di malanni, morte e scarsità di cibo. E sono proprio queste antiche e preziose tradizioni che ci hanno tramandato la fondamentale figura dell’UOVO, che ora erroneamente associamo solo alle uova di cioccolato che rompono i bambini il giorno di Pasqua per assaporarne il gusto delizioso e per scoprire il regalo che contengono, tuttavia il significato che veicola questo simbolo va ben oltre l’ingenuità infantile o la nostra golosità.

Nell’antica epoca faraonica, gli egiziani usavano appendere uova decorate nei templi, poiché l’uovo è eterno simbolo di RIGENERAZIONE e RINASCITA. Nello specifico, questo antico simbolo è collegato alla figura della FENICE, o UCCELLO DI FUOCO, che secondo le più antiche leggende, prima di morire costruiva un nido a forma d’uovo dove si lasciava morire incenerita dai raggi roventi del sole, per poi rinascere dalle proprie ceneri, in un ciclo eterno di MORTE E RINASCITA.

La Fenice in questo caso rappresenta la Natura che si lascia “morire” e si autorigenera all’infinito.

E la Primavera è il momento in cui siamo chiamati a schiudere “l’uovo” dentro il quale ci siamo riparati durante la stagione fredda, per rinascere e rigenerarci come la Fenice, come la Natura.

fenice, uccello di fuoco
Fenice

Quindi il processo di rinascita iniziato con il solstizio di inverno, ovvero con la vittoria della luce sulle tenebre (leggi QUI l’articolo sul solstizio d’inverno), raggiunge il suo culmine con la primavera, che come abbiamo detto è sinonimo di un nuovo inizio ma anche di PULIZIA e PURIFICAZIONE, vediamo insieme perché.

PRIMAVERA e PURIFICAZIONE

Se vogliamo rimanere fedeli alla metafora della RINASCITA, il periodo primaverile è sinonimo di PULIZIA (non a caso infatti la primavera è caratterizzata anche da frequenti acquazzoni che puliscono e nutrono la terra) poiché, come un bambino o un cucciolo che appena usciti dal ventre materno vengono lavati e puliti dalla mamma, anche noi dobbiamo ciclicamente purificarci per ripulire il corpo e la casa (ahh le famose “pulizie di primavera”) da eventuali tossine, scorie e sporcizia accumulate durante il più pigro periodo invernale, a tal proposito potrebbero interessarti anche questi articoli: DETOX DI PRIMAVERA: RIMEDI AYURVEDICI
DETOX DI PRIMAVERA: PURIFICARSI CON LO YOGA



Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

it_ITItaliano